#IoNonMollo

Lo sport deve sopravvivere

#IoNonMollo

FORZA VITTORIO !

Vittorio Di Claudio, allenatore umbro della provincia di Perugia, come protesta per la situazione di totale abbandono in cui versa il mondo dello sport, più di 20 giorni fa ha iniziato lo sciopero della fame ed il 25 aprile si è messo in marcia da Perugia a Roma dove è prevista la tappa finale il primo maggio.

“Ho deciso di affrontare questo percorso a piedi fino a Roma e di iniziare lo sciopero della fame come azioni simboliche per sensibilizzare l’opinione pubblica e il mondo politico sull’argomento. Ho capito che serviva un gesto estremo per cercare di far capire come si sente una persona oppressa e senza più nulla. Il governo sta facendo fallire tantissime attività, molte delle quali non riapriranno più. Conosco molte persone che piangono perchè non sanno come andare avanti. Io ho tolto il cibo e ho aggiunto la camminata estrema (senza mangiare). Sto violentando il mio corpo cosi come loro (al governo) stanno imponendo violentemente alle persone di vivere senza sostegni e lavoro. Non è arrivato nulla e se è arrivato qualcosa si trattava di poche briciole. […] Voglio rappresentare queste persone. Io non mollo, abbiamo il diritto di vivere!”

 

#UnitiPerLoSport

Adesso tocca a te!

E’ il momento di mettere da parte la storia del passato,
per iniziare a scrivere la storia del nostro futuro.

Uniti per tutelare, accrescere e proteggere il Settore del Wellness e delle Attività Sportive per la Salute.

Iscriviti alla newsletter